INVALIDITÀ CIVILE E TIROIDE

Aggiornato il: mag 16

L’argomento ritorna spesso nelle conversazioni tra chi ha patologie tiroidee e si trova anche in molti siti: ho diritto all’invalidità civile? Come faccio a ottenerla?

Proviamo a rispondere in breve a queste e ad altre domande.

Cos’è l’invalidità ?

Dal sito www.inps.it: “sono invalidi civili i cittadini affetti da minorazioni congenite o acquisite, anche a carattere progressivo che hanno subito una riduzione permanente della capacità lavorativa di almeno un terzo”.

Innanzitutto ti consigliamo di valutare insieme al tuo medico di fiducia e agli specialisti se il tuo quadro clinico è compatibile con la domanda di invalidità.

Come si fa la domanda?

La domanda per l’accertamento dell’invalidità da parte della Commissione sanitaria va presentata all’Azienda Sanitaria Locale chiedendo al tuo medico di base di compilare sul sito www.inps.it il certificato introduttivo (è un certificato a pagamento). Oltre ai dati anagrafici, il medico dovrà indicare tutte le patologie che possono essere valutate ai fini dell’ottenimento dell’invalidità. Fai presente al medico tutte le patologie! È importante per non dover poi fare una modifica della domanda che allungherebbe i tempi.

Il medico ti rilascia la ricevuta cartacea dell’operazione online e ti fornisce una copia del certificato medico originale (attenzione: vale 90 giorni!).

A questo punto puoi procedere con la domanda vera e propria. La puoi fare online su www.inps.it oppure tramite un patronato. Ti viene indicata la prima data disponibile per la visita presso la Commissione ASL, ma puoi anche sceglierne una alternativa. Le visite ordinarie vengono effettuate entro 30 giorni, mentre gli accertamenti di patologia oncologica entro 15 giorni.

Alla visita, oltre al documento d’identità, occorre portare la ricevuta e il certificato rilasciati dal medico di base e la documentazione sanitaria in tuo possesso.

Dopo la visita, la Commissione ti invia (con raccomandata o con pec) il verbale di visita in due copie: una con tutti i tuoi dati sanitari, anche quelli sensibili, e l’altra con il solo giudizio finale con il grado di invalidità in percentuale.

Se la Commissione valuta che le patologie possono mutare nel tempo, sul verbale indica la data entro cui si deve fare una visita di revisione.

D’altra parte, se sfortunatamente, c’è una variazione in peggio del tuo quadro clinico, puoi presentare una domanda di aggravamento seguendo gli stessi passaggi fatti per la prima domanda, prima il medico di base e quindi il sito INPS (o patronato).


A ogni percentuale di invalidità corrispondono dei benefici. L’invalidità parte dal 34%

*Attenzione: in rete nel 2019 si era diffusa la notizia di un Bonus Tiroide da 500 euro. In realtà si trattava del limite di 550 euro massimo indicato in tabella per chi sia invalido al 74% per qualsiasi patologia


Come faccio a ricevere le prestazioni economiche che mi spettano?

Devi fare una richiesta specifica, online sul sito www.inps.it o tramite un patronato.

Ma ho diritto ai benefici della legge 104?

Nella domanda per l’invalidità puoi richiedere che la Commissione valuti anche se hai diritto ai benefici della 104. Se sì e se sei un lavoratore dipendente ti spettano riposi orari giornalieri di 1 ora o 2 ore a seconda dell’orario di lavoro, oppure tre giorni di permesso mensile (frazionabili in ore).

Hai diritto di rifiutare il trasferimento di sede e il lavoro notturno. E puoi anche fruire di un congedo straordinario retribuito, per un massimo di due anni nella vita lavorativa.

Nel caso tu non abbia fatto insieme alla richiesta per l’invalidità anche quella per la 104 e vorrai fruirne, dovrai presentare una domanda a parte sul sito www.inps.it o tramite un patronato.

Quali sono le patologie della tiroide che vengono prese in considerazione dalla Commissione?

Le tabelle del Ministro della Sanità 05/02/92 indicano le percentuali minime, massime oppure fisse di invalidità.

Per la tiroide si fa riferimento a due gruppi di patologie:


i carcinomi tiroidei


il gozzo, l’ipotiroidismo, l’ipertiroidismo e l’iperparatiroidismo


Cosa posso fare se la Commissione non mi riconosce l’invalidità ma io e il mio medico riteniamo che io ne abbia diritto? Oppure se mi hanno assegnato una percentuale inferiore a quella che mi aspettavo?

Puoi fare un ricorso giudiziario

Il verbale delle Commissione può essere impugnato davanti al Giudice entro 6 mesi dalla comunicazione. Si propone al Giudice istanza di accertamento tecnico preventivo per la verifica preliminare delle condizioni. Si può nominare un difensore di fiducia (esperto in diritto previdenziale) consigliamo di farsi supportare dal medico specialista o da associazioni di pazienti per raccogliere un’adeguata documentazione scientifica sulla patologia. Invece del ricorso puoi anche presentare la domanda ex novo.


Cosa posso fare se rigettano o revocano i benefici economici?

Puoi fare un ricorso amministrativo on line o tramite i patronati.


Chi ha dubbi o domande o esperienze da raccontarci a riguardo, può scriverci, nei commenti, o in chat, o via mail a info@amicidellatiroide,com.... e da qualche settimana è anche più facile contattarci, telefonandoci al 3480331060


Per il post, info tratte da:

www.inps.it

www.osservatoriomalattierare.it








25 visualizzazioni

©2020 Associazione Lombarda Amici della Tiroide. Tel + 39 348 0331060    e-mail info@amicidellatiroide.com  -  Powered by Wix.com