S-Alati

Sale sì o sale no?

Sale iodato o non iodato?

Poco SALE ma IODATO: la prevenzione delle malattie tiroidee si fa mangiando sano.

A) PERCHE' LO IODIO E' IMPORTANTE?

Lo iodio è un micronutriente essenziale per il corretto funzionamento della tiroide perché è il costituente principale degli ormoni da lei prodotti.

La carenza di iodio è la causa principale del GOZZO, che è l'aumento delle dimensioni della tiroide, della formazione dei NODULI e di molti altri effetti dannosi sulla salute, indicati come "DISTURBI DA CARENZA IODICA".

B) COME SI ASSUME LO IODIO?

Lo iodio viene assunto con gli alimenti, che ne contengono in dosi variabili. Le concentrazioni più elevate si hanno nei crostacei (300 microgrammi per 100 grammi) e nel pesce di mare (80 microgrammi per 100 grammi). Concentrazioni molto più basse in ordine decrescente nelle uova (8), nei cereali (6), nella carne e nel latte (5), nel pesce d'acqua dolce al pari dei legumi e dei vegetali (3) e, da ultima, la frutta (2).

Ad ogni modo, lo iodio introdotto con gli alimenti in una dieta equilibrata non è sufficiente a raggiungerne il fabbisogno giornaliero.

C) QUAL E' il FABBISOGNO GIORNALIERO DI IODIO?

L'Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda un apporto giornaliero di iodio di 150 microgrammi. Per i bambini fino a 6 anni questo fabbisogno scende a 90 microgrammi, per i bambini dai 7 ai 12 anni a 120 microgrammi. Durante l