La storia di Noemi

Mi chiamo Noemi e ho quasi 16 anni. Quando avevo circa 11 anni i miei genitori avevano notato un rigonfiamento nella parte inferiore del mio collo, dov’è posizionata la tiroide, mi portavano spesso dal medico per chiedergli cosa fosse ma lui non riscontrava mai niente di anomalo. Notando che il rigonfiamento cresceva sempre di più, mia madre decise di farmi fare una ecografia, così il medico disse che avevo un nodulo nella parte destra della tiroide di circa 6cm, sia

di lunghezza che di larghezza, causato da un ipertiroidismo, che andava rimosso chirurgicamente, altrimenti non mi avrebbe permesso di respirare e alla tiroide di funzionare bene. Così a maggio della seconda media, dopo alcuni esami, venni operata in circa 2 ore (a causa della grandezza del nodulo) senza nessuna complicazione e solo un po’ di dolore post-intervento, passato subito dopo una lunga dormita. Sono rimasta in ospedale per altri due giorni, e a casa 2 settimane, per poi tornare a scuola. Dopo l’intervento mi è mancata un po’ di voce per un paio di mesi ed è rimasta bassa per altri 2 circa, ma ora la mia voce si è ripresa totalmente e la mia cicatrice dopo le dovute cure è quasi invisibile, nessuno direbbe che sono stata operata! Dopo l’intervento, ho dovuto prendere per qualche mese una pastiglia per la tiroide che mi dissero avrei dovuto assumere tutti i giorni per tutta la vita ma, dopo degli esami del sangue e dopo aver provato a stare senza per un mese, siccome il mio pezzettino di tiroide rimasto lavora perfettamente, non ho bisogno di alcuna pastiglia. Non è stata un’esperienza per niente traumatizzante o insostenibile per me, anzi consiglio a chi debba sottoporsi a qualcosa di simile di eseguire i dovuti controlli e di non aver paura di operarsi perché è solo grazie all’operazione se ora sono in perfetta salute.

Noemi


19 visualizzazioni

©2020 Associazione Lombarda Amici della Tiroide. Tel + 39 348 0331060    e-mail info@amicidellatiroide.com  -  Powered by Wix.com